Home

Aprire una sartoria rapida con
SOS Sartoria Rapida

Aprire una sartoria rapida significa inserirsi in un settore in netta espansione. Se negli ultimi anni sono proliferate le attività di questo tipo gestite da cinesi, dall’altra parte sono venute a mancare le figure artigiane che eseguivano lavorazioni di sartoria per privati, negozi di abbigliamento e laboratori più grandi creando un vuoto che può essere colmato da nuovi operatori. Ecco che si crea una grande opportunità lavorativa e di guadagno.

Se state pensando di mettervi in proprio aprendo una sartoria rapida nella vostra città, una buona soluzione potrebbe essere un franchising come SOS Sartoria Rapida, che propone una formula innovativa adatta a sarti e sarte con esperienza ma anche a imprenditori che vogliono investire in un settore in grande crescita.

È una bella alternativa anche per chi si sa destreggiare tra ago, filo e macchina da cucire e che, a causa della crisi di questi anni, non riesce a trovare un posto di lavoro.

Come aprire una sartoria rapida

La prima cosa da fare è cercare un locale in affitto (se si dispone di uno spazio di proprietà in disuso, ecco un’ottima possibilità per riportarlo in vita). In questo caso è importante valutare con cura la zona, il livello di domanda e di offerta. Ovviamente, posizionarsi in una zona con un buon flusso di gente e senza altre attività simili nei dintorni è un ottimo inizio. Anche scegliere un locale vicino a uno o più negozi di abbigliamento può essere una buona idea per iniziare delle collaborazioni.

Quando si è alla ricerca del locale, tenere conto che lo spazio non deve essere necessariamente ampio ma deve consentire almeno la superficie necessaria per accogliere il cliente, posizionare i macchinari e creare un piccolo camerino per la prova.

Iter burocratico per l’apertura di una sartoria rapida

Essendo un’attività artigianale, è necessario recarsi al Comune e fare una comunicazione di inizio attività. Per i vari adempimenti burocratici e fiscali, si consiglia di avvalersi di un consulente fiscale o di rivolgersi a un’associazione artigiana. In ogni caso, bisognerà presentarsi all’Agenzia delle Entrate per richiedere la Partita IVA, iscriversi alla Camera di Commercio e acquistare i registri contabili.

Scegliendo di affiliarsi al franchising SOS Sartoria Rapida potrete svolgere tutte le suddette attività in modo più facile e veloce grazie al supporto dei consulenti dell’azienda.

Quali sono i vantaggi di aprire una sartoria rapida

Uno dei vantaggi principali è sicuramente il basso costo di investimento: la superficie del laboratorio può essere anche di soli 20 mq e gli arredi sono ridotti al minimo. Anche i costi di gestione sono piuttosto ridotti: affitto, materiale, costo del personale ( se c’è)e spese generiche (luce, elettricità, ecc.).

Con SOS Sartoria Rapida il vostro investimento iniziale sarebbe di soli 5.000€ che comprendono tutta una serie di servizi. Per approfondire vi invitiamo a visitare la sezione Franchising.

Inoltre, si tratta di un’attività molto flessibile che consente di prendere in carico e gestire lavorazioni differenti adattandosi giorno per giorno al mercato. E, come detto in precedenza, la sempre minore presenza dei “vecchi” artigiani che portavano avanti questo mestiere ha creato un vuoto di mercato che può essere colmato con grande facilità.

Chi sono i clienti delle sartorie rapide

I clienti sono privati che non hanno alcuna competenza o non hanno tempo per svolgere piccole riparazioni – come la sostituzione di una cerniera e fare l’orlo ai pantaloni – oppure negozi di abbigliamento che si rivolgono alle sartorie per eseguire delle modifiche sugli abiti, offrendo un servizio in più al cliente.