La sartoria artigianale torna in auge

La moda torna artigianale. La rinnovata tendenza che attraversa tutto lo Stivale, coinvolgendo molti campi, è senza dubbio l’artigianato. Dopo anni di torpore pare si sia risvegliata la voglia di distinguersi, non cedere all’omologazione e di conseguenza la voglia di creare.

Nel turbine di questa nuova tendenza spicca il settore dell’abbigliamento. Ma attenzione: non stiamo parlando della lussuosa alta moda, fiore all’occhiello sempre in auge nel nostro Paese. Al contrario, ci riferiamo a chi non spende cifre esorbitanti per il proprio look, pensiamo alle persone comuni che non hanno però alcuna voglia di passare inosservate e di rinunciare ad uno stile personalizzato.

Ecco che la figura del sarto e della sartoria tornano ad avere un’importanza determinante. Molte delle ragazze che sognavano fin da bambine di diventare stiliste per le più importanti maison di moda, oggi hanno deciso di coltivare il proprio sogno in una dimensione più realistica, non rinunciando certo alla soddisfazione di realizzarsi nel lavoro che amano e che le soddisfa: la sarta.

Alcune hanno studiato per anni, altre hanno imparato l’arte della sartoria partecipando a workshop tenuti da maestri del settore e altre ancora invece, un po’ per gioco un po’ per passione, hanno affinato la manualità seguendo le orme della nonna. Percorsi diversi che hanno come denominatori comuni la competenza e l’arte nel creare.